Casa RS

La sfida di questo progetto di nuova costruzione di un edificio unifamiliare è stata quella di riuscire a sfruttare la potenzialità edificatoria di un lotto di forma e vincoli urbanistici molto restrittivi.

La committenza e i progettisti attenti alle tematiche del consumo del territorio scommettono sulle possibilità insite nel lotto stesso; la problematica maggiore è quella di riuscire ad edificare rispettando le distanze definite per legge ed allo stesso tempo limitare la cementificazione totale della proprietà.

Sono proprio questi vincoli a suggerire la forma planimetrica che prevede lo sviluppo dei volumi su 3 lati di una piccola corte interna utile a distanziarsi dal fabbricato adiacente. Le acque meteoriche delle tre falde di copertura vengono raccolte all’interno di una cisterna, collocata al centro della corte, poi utilizzate per usi non pregiati. Il sistema di copertura caratterizza, insieme ad una grande parete-infisso in legno, la corte interna venendo così a creare un angolo privato, riparato e di piacevole finitura, direttamente collegato con la cucina che funge nei mesi estivi da promenade della domus stessa.

Il sistema distributivo principale è parallelo al fronte più lungo lato parco: al centro trovano collocazione una scala elicoidale di collegamento dei vari livelli ed i servizi igienici che si affacciano sulla corte prima descritta.

L’ingresso pedonale alla casa avviene da corsello ciclo-pedonale posto sul bordo del parco urbano, vi è comunque la possibilità di accedervi anche dal retrostante giardino ribassato a mezzo di una rampa carrabile.

Un sistema di ricorsi verticali in gres, di colore analogo a quello dell’edificio retrostante, scandisce il ritmo delle facciate principali ed è completato da un intonaco curvo in calce bianca che crea un particolare effetto di ombre dando profondità alle pareti. All’interno di questa scansione vengono collocate le aperture: si è favorito il rapporto visivo col parco limitando invece la presenza di finestre nello stretto fronte lato strada. Arredi, elementi metallici su misura e un pavimento continuo in getto di cemento completano l’intervento che ha ricevuto numerosi riconoscimenti.

 

  • LOCATION: Italia, Faenza (RA)
  • STATUS: Costruito
  • ANNO: 2008 – 2010
  • CATEGORIA: Casa privata
  • TEAM DI PROGETTO: Archh. N. Montini, G. L. Zoli
  • PREMI e SELEZIONI:
    • Premio AGAF 2010: 1° classificato
    • Premio IQU 2010: Selezione opere realizzate premio online
    • Giovane talento dell’architettura italiana 2013: menzione d’onore

PROGETTI DELLA STESSA TIPOLOGIA